Il segreto del calcio australiano? Un software

Il programma, sviluppato dalla SportsTec, può analizzare il video di una partita ed offrire un profilo statistico completo su strategie, possesso di palla e performance dei singoli giocatori.

Ron Smith, tecnico della squadra australiana, l’ha detto con chiarezza ai microfoni dell’emittente britannica: “Alcuni coach preferiscono affidarsi ai singoli giocatori, altri invece organizzano le proprie partite in base a come la squadra usa la palla”. Ed è qui che SportsCode entra in gioco: il software registra ogni singolo passaggio e “spezzetta” la partita in segmenti precisi, corrispondenti a singole azioni e schemi tattici.

“Guardando la partita in segmenti invece che in modo sequenziale”, ha spiegato Smith, “mi trovo davanti agli occhi la mia squadra in tutte le sue situazioni salienti e strategiche, in modo immediato e veloce”. Lo stesso principio d’analisi può essere utilizzato anche per studiare gli avversari ed estrapolarne lo schieramento tattico. Questi sistemi di analisi informatica si basano sul cosiddetto camera tracking, ovvero sulla registrazione passo-passo delle prestazioni della squadra: i video vengono successivamente digitalizzati e messi sotto la lente d’ingrandimento del programma. Software come quelli prodotti da SportsTec non sono diffusi soltanto nell’ambiente calcistico, ma anche e soprattutto nel football americano.

Tuttavia, come ricordano gli esperti della BBC, “nessuna tecnologia può sostituire le durissime ore di allenamento” che fanno grande una squadra di calcio. Anche perché, c’è da ricordarlo, l’Australia ha perso 2-0 contro il Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *